Miglioramento ed espansione rete ethernet per aggiornamento tecnologico dai collegamenti di rete 

HkStyle è stata chiamata da una ditta manifatturiera bergamasca per aggiornare e aumentare la connettività di rete locale dei dispositivi all’interno di uno dei principali reparti di produzione dell’azienda.

I nuovi armadi di rete cablati

L’azienda stava eseguendo alcuni lavori per l’aggiornamento dei macchinari di produzione per il progetto di Industria 4.0, e la connettività presente non era abbastanza scalabile per la quantità di dispositivi e server necessari per la creazione della nuova infrastruttura richiesta.

Proprio per questo motivo HkStyle ha proceduto, tramite un progetto di rete studiato ad hoc, a migliorare la situazione in essere.

Sommario delle attività effettuate:

  • Controllo attuale situazione
  • Aumento punti di rete interni
  • Creazioni reti separate
  • Installazione switch e cablaggio armadio di rete

Controllo attuale situazione

L’azienda possedeva già nel reparto di produzione un armadio di rete cablato, contente uno switch 24 porte a cui erano collegati la maggior parte dei punti rete della zona.

Lo switch è un apparato che permette di collegare più dispositivi e gestire, per ogni singola porta di connessione, la rete da applicare e configurare.

Lorenzo in fase di lavorazione
Inizio dei lavori di sistemazione

Reti separate per la gestione dei flussi di lavoro

Tramite il firewall in ditta già precedentemente installato (il dispositivo che protegge la rete esternamente da eventuali intrusioni estranee), i tecnici di HkStyle hanno predisposto le nuove reti per il coordinamento dei dispositivi.

Sono state create le seguenti suddivisioni:

  • Rete di gestione interna
  • Rete per gli uffici
  • Rete della produzione
  • Rete telefonica
  • Rete ospite

Tramite questa suddivisione ogni punto rete fornisce una connessione differente e protetta.

In questo modo ogni device connesso può esser facilmente identificato e protetto nella rete dati.

Il punto rete invece è la porta di connessione dove fisicamente si va a collegare un macchinario o un dispositivo in rete.

Il progetto di rifacimento ha richiesto l’aumento di punti rete, l’installazione di più switch per il collegamento degli apparati e la creazione di reti singole per ogni sezione dell’infrastruttura network dell’industria 4.0.

L’industria 4.0 è il progetto, attualmente in atto in moltissime aziende, di aggiornamento tecnologico e automazione dei processi di lavoro all’interno di un reparto di produzione, sia per quanto riguarda i macchinari sia per quanto riguarda i gestionali attivi e utilizzati.

Alcuni dei punti di rete collegati e connessi
Il nuovo punto di connessione principale

Dai 24 punti rete iniziali siamo passati a 143 zone di collegamento attive, così da garantire una scalabilità tale da poter aggiungere senza particolari problematiche nuovi dispositivi all’interno dell’infrastruttura aziendale.

Il lavoro ha richiesto molto tempo sia ai ragazzi di HkStyle sia ai tecnici elettricisti esterni, i quali hanno collaborato pienamente per lo svolgimento delle attività.

Reti separate per la gestione dei flussi di lavoro

Tramite il firewall in ditta già precedentemente installato (il dispositivo che protegge la rete esternamente da eventuali intrusioni estranee), i tecnici di HkStyle hanno predisposto le nuove reti per il coordinamento dei dispositivi.

Sono state create le seguenti suddivisioni:

  • Rete di gestione interna
  • Rete per gli uffici
  • Rete della produzione
  • Rete telefonica
  • Rete ospite

Tramite questa suddivisione ogni punto rete fornisce una connessione differente e protetta.

In questo modo ogni device connesso può esser facilmente identificato e protetto nella rete dati.

Alcuni dei punti rete collegati e connessi
Cablaggio in fase d’opera

Cablaggio armadio di rete

La parte più complessa del lavoro è stato il rifacimento dell’armadio connessioni della produzione.

Il vecchio switch è stato rimosso, scollegando completamente tutti i dispositivi dalla rete.

A causa del grande numero di collegamenti si è proceduti ad una suddivisione in gruppi di 6 cavi, così da non perdere traccia di eventuali collegamenti diretti.

E’ stato perciò installato il primo switch di collegamento, poi il secondo e poi il terzo continuando a collegare a gruppi i cavi.

Per ogni gruppo di cavi collegato la rete, il numero e il dispositivo connesso venivano impostati sul software. In questo modo tutto poteva esser controllato senza problemi.

Lorenzo durante la fase di cablaggio della struttura di rete 

I 3 switch da 48 porte POE (power over ethernet, ovvero switch che presentano porte di rete in grado di alimentare direttamente senza un trasformatore dei dispositivi, come per esempio degli Access point wifi) sono stati collegati in cascata tramite cavi SFP (porta di collegamento a 10 giga di velocità), i quali permettono una connessione diretta e molto veloce per lo scambio delle informazioni.

I collegamenti in fibra ottica e cavi sfp dei nuovi switch 
I fasci di cavi cablati tra i due armadi sovrapposti 

Gli switch installati marchiati Ubiquiti sono gestititi tramite un apparato di controllo centrale chiamato Cloud key, il quale permette di controllare e configurare direttamente in rete tutti i dispostivi Ubiquiti e gestirli in pochissimo tempo!

La Cloud Key è stata installata direttamente nell’armadio di rete principale dell’azienda.

Gli armadi, utilizzando già uno di quelli fissati, sono stati posti uno sopra l’altro, perciò i cavi di collegamento sono stati fatti passare da una cavità centrale per un raccoglimento preciso e ordinato.

Al termine del lavoro sono stati effettuati tutti i collegamenti dei macchinari e il lavoro si è concluso correttamente.

Articoli correlati

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore.