Configurazione sistema di backup Qnap Leonardo 3 Museum

Installazione sistema di backup con nas Qnap e sincronizzazione file presso Leonardo 3 Museum.Il museo di Leonardo da Vinci, Leonardo 3 Museum, è uno dei musei più prestigiosi di Milano. Al suo interno si trovano tantissime ricostruzioni a grandezza naturale delle più celebri opere dell’artista e inventore italiano.

L’opera della stanza centrale è il famoso leone meccanico, ideato da Leonardo, su commissione del papa Leone X, in onore della celebrazione del re Francesco I. Il leone di Leonardo avrebbe camminato dinanzi a sua maestà e avrebbe offerto dal suo petto dei gigli

Quello che si trova nel museo è una ricostruzione puramente immaginaria del progetto, ma che comunque mantiene il suo fascino.

Tutte le opere presenti nel museo vengono prodotte manualmente direttamente dall’ufficio di progettazione del Museo. Tutti quanti i progetti e protitipi sono salvati digitalmente su dispositivi di archiviazione di rete QNAP.

Siamo lieti di aver aiutato Leonardo 3 Museum nel rinnovo del suo sistema di backupHkStyle ha offerto la sua soluzione per risolvere nel modo più idoneo la problematica.

IL PROBLEMA DEI NAS DEL CLIENTE 

Leonardo 3 Museum lavora con una grande quantità di file direttamente a bordo delle macchine NAS. In questo modo l’utente ha direttamente salvataggio e modifica completata sulla rete e sincronizzazione immediata del lavoro effettuato. Il requisito fondamentale per non avere intoppi durante questa operazione è quello di avere alla base una macchina di archiviazione di rete efficiente e stabile.

I due Nas inziali del museo 
Armadio di rete ufficio in fase di composizione

La problematica che abbiamo riscontrato sui due dispositivi principali di archiviazione per progetti e contenuti multimediali del museo, era che il salvataggio dei file si stava progressivamente rallentando, lo spazio si stava esaurendo e il NAS continuava a bloccarsi durante i processi lavorativi o gli aggiornamenti.

Per questi motivi HkStyle, dopo il sopralluogo e la supervisione di StefanoCEO dell’azienda, e Davide, responsabile CTO, ha proceduto al cambio e riconfigurazione nella modalità più opportuna del nuovo dispositivo NAS.

IL PROGETTO DA ATTUARE PER IL SISTEMA DI BACKUP

Switch QNAP installati nell’armadio del cliente 

Dopo le accurate diagnosi di Stefano e Davide, il piano di lavoro per il nuovo sistema di backup e archiviazione in rete per il museo di Leonardo è stato questo: sostituire i due nas Qnap presenti nell’ufficio di progettazione del museo e sostituirli con una macchina più potente, sia in termini di calcolo e memoria che per quanto riguarda lo spazio di archiviazione.

Abbiamo installato nel museo i due Nas più vecchi, che sono diventati due spazi di sincronizzazione e backup per i dati del Nas principale dell’ufficio progettazione. In questo modo si ha un backup completo di tutti i dati dislocato in un luogo differente e su due macchine NAS che, anche se un po’ usurate, comunque stabili e ottime per questa tipologia di attività.

Il lavoro svolto

Nel nostro laboratorio certificato ESD presso la sede di Presezzo prepariamo sempre tutte le attrezzature e i dispositivi che poi deve essere installata presso i clienti.

Nuovo QNAP di produzione installato in armadio

Questa è un’operazione che ci permette di risparmiare tempo dal cliente, e quindi creare il minor disservizio possibile, ma non solo: serve anche a verificare il funzionamento degli apparati e vedere se sono presenti componenti non funzionanti o difettosi. Il Nas del museo di Leonardo è stato configurato con impostazioni di raggruppamento dei dischi molto sicure che permettono di avere la stabilità del sistema anche con il danneggiamento improvviso di un hard disk interno.

Lo storage è stato suddiviso in volumi differenti protetti, per poter suddividere l’organizzazione della copia dati ed essere agevolati nei processi di backup sui due NAS QNAP situati nel museo.  Al termine dell’impostazione abbiamo inserito tutti gli utenti richiesti con relativi permessi di visualizzazione delle cartelle.

Alvise Sinigaglia (Italy country manager QNAP Italia) con Stefano Biffi (Ceo Hkstyle) davanti al nuovo sistema QNAP dell’ufficio di Leonardo 3 

Installazione in armadio e schede di rete a 10 giga 

Lorenzo, Davide e Stefano hanno preso in carico il lavoro ed effettuato l’installazione dei nas aziendali. Per quanto riguarda il nuovo nas dell’ufficio progettazione, dopo una pulizia e un ricablaggio completo del vecchio armadio di rete, il montaggio del nuovo dispositivo non ha subito problematiche.

Durante le giornate di installazione, gli utenti del museo hanno comunque continuato il loro lavoro sui Nas precedenti, perché bisognava aspettare che la sincronizzazione con il nuovo Nas terminasse. Per accelerare questo processo sono state installate delle schede di rete a velocità 10 Gbps maggiore così da diminuire le tempistiche di copia.

Preparazione QNAP di produzione insieme al nuovo firewall 
QNAP Hero in fase di cablaggio in armadio con switch 

Il giorno seguente, Lorenzo ha verificato che il processo di copia fosse terminato e quindi ha migrato tutti gli operatori dai vecchi al nuovo NAS di produzione.Grazie a questa operazione si è potuti passare alla configurazione definitiva del Nas e alla successiva installazione dei vecchi apparati in museo.

Il giorno seguente, Lorenzo ha verificato che il processo di copia fosse terminato e quindi ha migrato tutti gli operatori dai vecchi al nuovo NAS di produzione.

Nuovi switch QNAP in fibra ottica 

Installazione NAS QNAP nell’armadio di rete del Museo di Leonardo

Presso il museo di Leonardo, LorenzoDavide e Stefano hanno montato direttamente sul posto l’armadio di rete per la nuova struttura informatica.

Il giorno seguente, Lorenzo ha verificato che il processo di copia fosse terminato e quindi ha migrato tutti gli operatori dai vecchi al nuovo NAS di produzione.

Lorenzo in fase di configurazione apparati

I due nas rack precedenti sono stati smontati dall’ufficio e portati direttamente al museo dove, con le apposite staffe di fissaggio, sono stati montati e configurati in rete. Il cablaggio non ha avuto problemi la nuova sistemazione ha aiutato i Qnap a non essere così sovraccaricati di lavoro.

Struttura di rete con doppio QNAP presso Leonardo 3 Museum

Grazie a questa operazione si è potuti passare alla configurazione definitiva del Nas e alla successiva installazione dei vecchi apparati in museo.

AVVIO PROCESSO DI SINCRONIZZAZIONE

La parte più importante del lavoro effettuato da Lorenzo, Stefano e Davide è stata sicuramente la parte di sincronizzazione. Era necessario far sì che i documenti salvati sul nas di produzione nell’ufficio di progettazione, si replicassero in tempo reale sui NAS del museo.Tramite questa modalità è sempre possibile avere una copia del documento che si ha sotto lavorazione in tempo reale.

Dettaglio su firewall e QNAP in museo
Dettaglio su firewall e QNAP in museo

Nel precedente articolo abbiamo spiegato come i nas riescano a comunicare tra di loro sotto la stessa rete anche se dislocati in lunghi differenti, ed è proprio grazie a questa caratteristica che siamo riusciti ad abilitare i processi di copia tra NAS e NAS.

Tramite il sistema operativo QTS di Qnap, la HkStyle è riuscita ad abilitare un processo di sincronizzazione dei file su rete sicura che permette di copiare in tempo reale i dati dalla sede dell’ufficio a quella del museo.

Alvise Sinigaglia in visita durante i lavori di implementazione apparati al museo di Leonardo 

Grazie a questa impostazione di backup è sempre possibile recuperare modifiche o file eliminati semplicemente accedendo alla cartella copiata sul Qnap del Museo.

Articoli correlati

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore.