Dopo aver contribuito alla configurazione della rete LAN e wireless presso il Rifugio Laghi Gemelli, ci siamo diretti al Rifugio Fratelli Calvi. L’intento era quello di introdurre un po’ di tecnologia per agevolare l’informatizzazione di questo incantevole rifugio nella Valle Brembana.

Oggi ci troviamo nelle Orobie, precisamente al Rifugio Fratelli Calvi, dove abbiamo introdotto una tecnologia “spaziale”… ma procediamo con ordine!

Dopo aver contribuito con la configurazione della rete LAN e wireless presso il Rifugio Laghi Gemelli (come discusso nella puntata di Pillole Di Tecnologia: Installazione ad alta quota), ci siamo diretti al Rifugio Fratelli Calvi. L’obiettivo era portare un po’ di innovazione tecnologica per supportare l’informatizzazione di questo incantevole rifugio nella Valle Brembana, con una vista mozzafiato sul Pizzo del Diavolo, Diavolino, Madonnino e il Cabianca.

Il problema: Connessione per i servizi informatici

Indipendentemente dalla posizione geografica, che sia in città, in paese o a 2000 metri di altitudine, alcune necessità rimangono fondamentali. Tra queste: una connessione affidabile per garantire la sicurezza delle comunicazioni, una rete stabile per gestire servizi fiscali quotidiani, la possibilità per i dipendenti di mantenere un collegamento con le proprie famiglie, di chattare o intrattenersi durante i momenti di riposo, e soprattutto l’accesso essenziale alle email, agli ordini e agli approvvigionamenti necessari per il normale svolgimento delle attività quotidiane.

Risoluzione: realizzazione rete cablata, wireless su tutto lo stabile e connessione primaria e di backup

Dopo una recente ispezione effettuata meno di un mese fa, abbiamo deciso di implementare una rete privata per collegare macchinari, dispositivi fiscali, celle frigorifere e sistemi di riscaldamento, il tutto con la possibilità di gestione sia locale che remota, anche nei giorni di chiusura.

Una volta elaborato il progetto e presentato ai gestori del rifugio, Elisa e Andrea, abbiamo preso la decisione di avviare i lavori e risolvere questa problematica di connettività nel mese di agosto, il periodo di maggiore afflusso durante l’anno.

Installazione e realizzazione del progetto

Con il supporto dei nostri elettricisti, abbiamo avviato il progetto realizzando l’intero cablaggio strutturato, centralizzandolo in un compatto armadio rack. Qui abbiamo collegato tutti i cavi LAN e installato tutti gli apparati attivi, tra cui switch, router, centrale telefonica e controller centrale.

Dopo aver completato la strutturazione, abbiamo certificato tutti i cavi di connessione e configurato la rete utilizzando apparati hardware professionali. Questi dispositivi sono in grado di fornire una copertura completa dell’intera struttura e di gestire il traffico di rete per gli apparati attuali, così come per quelli che verranno aggiunti in futuro.

Difficoltà nella connettività disponibile a quelle altitudini

Uno dei principali problemi da affrontare non era solo la centralizzazione degli impianti di rete, ma soprattutto la connettività necessaria per accedere al web e al cloud. Per questo motivo, abbiamo optato per l’attivazione di una connessione di backup tramite tecnologia 4G e una connessione principale satellitare, utilizzando la connettività satellitare di Starlink, fornita dall’azienda americana SpaceX di Elon Musk.

Successivamente, abbiamo configurato e installato gli apparati interni ed esterni necessari per gestire le connessioni satellitari. Grazie a questa soluzione, attualmente il rifugio è costantemente connesso a una velocità che si avvicina ai 200 Mbps, con una stabilità e una qualità di connessione invidiabile anche per un’attività situata in una zona tradizionalmente priva di tecnologie di comunicazione avanzate.

Questa connessione è destinata esclusivamente all’uso interno del personale, per attività fiscali, ordini, aggiornamenti del sito web e social media, nonché per le prenotazioni, garantendo un accesso rapido e sicuro e evitando connessioni intermittenti o inconvenienti.

Ciò rende il Rifugio Fratelli Calvi uno dei rifugi più tecnologicamente avanzati delle Orobie e il primo ad avere una connettività satellitare con tecnologia laser Starlink.

Un ringraziamento speciale va a Massimo e Maurizio Nava del Rifugio Laghi Gemelli per essere stati i primi a proporci un progetto di rete ad alta quota, e a Elisa e Andrea del Rifugio Fratelli Calvi per averci affidato questo progetto.

Articoli correlati

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore.